Pagine

lunedì 30 marzo 2015

Pratica della fortuna

Il tema che voglio trattare oggi è sempre molto discusso, si crede che la fortuna sia cieca, che a chiunque possa capitare un colpo di fortuna, come se l’universo decidesse da un momento all’altro di cambiare la vita di qualcuno così… “casualmente”. 
Siamo abituati a subire la vita, non a esplorare il nostro essere per comprendere gli stati emotivi che generano gli eventi. La fortuna è direttamente proporzionale alla fede che riponiamo nell’esistenza e alla nostra conoscenza di noi stessi. Solitamente quando iniziamo un progetto che amiamo accadono eventi, sincronicità magiche che ci aiutano a realizzare il nostro intento, incontriamo persone, luoghi e situazioni giuste, come mai? Semplicemente perché quando vibriamo all’unisono con il nostro cuore, non temiamo nulla, sappiamo che quel che deve accadere…accadrà. 
Cerchiamo la fortuna quando non ci sentiamo sicuri, la cerchiamo perché pensiamo che ci manchi qualcosa, che in noi ci sia qualcosa che non va, la verità è che in realtà non ci manca nulla, tutto quello che ci serve è disseppellire la nostra volontà sommersa da migliaia di pensieri autodistruttivi che ascoltiamo ogni giorno.
Mi sono chiesta spesso cos’è che mette in moto a partire da una certa età il meccanismo dell’autosabotaggio, perché ci deve pur essere un motivo se da bambini che cercano solo gioia e divertimento ci trasformiamo in adulti critici e sprezzanti, sempre pronti a puntare il dito in primis verso noi stessi. La risposta delle Scuole Esoteriche di tutto il mondo è la stessa, e vale per tutti, quel che ci guasta è la descrizione del mondo, cioè quel che ci viene insegnato sul come dovrebbe essere la vita e non è.  Ci viene insegnato che la famiglia è molto importante da genitori che non fanno altro che litigare, ci viene insegnato cos’è un rapporto d’amore da favole che parlano di principi che vivevano una volta in un posto lontano lontano che nessuno ha mai visto. Ci viene insegnata la competizione, il perseguire una meta mantenendo l’attenzione sulla meta non sul piacere il viaggio, ma soprattutto ci viene detto come dovremmo essere e non siamo; così lottiamo tutta la vita per diventare qualcosa che ci è stato proposto come ideale solitamente da persone che non l’hanno raggiunto. Credo fermamente che ci siamo già fatti male abbastanza, e che sia ora di riappropriarci della nostra unicità, di fare quello che ci piace non quel che ci hanno detto che dovrebbe piacerci. Certo non è facile liberarci della descrizione ricevuta ma è l’unica strada per essere felici realmente, per vedere la bellezza e la perfezione persino della  descrizione ricevuta. 
La cosa di cui è più importante in assoluto avere coscienza è che la nostra vita è una storia, una storia della quale siamo i protagonisti principali, una storia che ci raccontiamo e raccontiamo agli altri dalla mattina alla sera. La storia che raccontiamo è l’insieme di tutto quel che crediamo su di noi, la maggior parte di quel che crediamo ci è stato detto da altri, un’altra parte è l’insieme delle esperienze che abbiamo vissuto tradotte ed interpretate dalla nostra mente plasmata dalla descrizione ricevuta. Voglio farvi una domanda, alla luce di queste considerazioni, quanto di vero c’è nella storia che vi raccontate? Quanto di voi, del vostro vero essere è presente nella storia? E’ il caso di chiederselo!

“Tutti i drammi della tua vita personale sono il risultato nel credere alle menzogne, soprattutto alle menzogne nei tuoi riguardi. La prima menzogna riguardo a te stesso sono tutti i tuoi ‘non’: non sei come dovresti essere, non sei buono, non sei perfetto. Siamo nati perfetti, viviamo perfetti e moriremo perfetti perché esiste solo la perfezione. La grande menzogna è che tu non sei perfetto e che nessuno è perfetto. Così ti metti alla ricerca di un’immagine di perfezione che non potrai mai raggiungere. Non potrai mai raggiungere la perfezione in questo modo perché segui un’immagine falsa. E’ una bugia ma tu credi in questa bugia e costruisci tutta una struttura di altre bugie per sorreggerla”. (da “La voce della conoscenza” di Don Miguel Ruiz)

L’incantesimo di oggi non è una formula ma una pratica: smettete di credere a
quel che dice la vostra mente, specialmente quando dice qualcosa contro di voi, chiedetevi sempre se è vero quel che sta dicendo, rispondete con il cuore e non con la stessa mente che vi ha accusato, poi agite di conseguenza. Vi garantisco che smettendo di credere a tutto quel che vi danneggia, con la pratica, si apriranno per voi le porte di una nuova visione nella quale non cercherete più la fortuna cieca, ma godrete di una gioia che ci vede benissimo.

Buon Viaggio!


                                                                                  

giovedì 26 marzo 2015

Incantesimo della felicità


La felicità è uno stato d’essere che tanti desiderano, la proviamo a sprazzi, ne sentiamo il profumo spesso e quando finalmente c’è, temiamo che ci sfugga. Quello che nessuno ci insegna è che essere felici è innanzitutto una decisione perché nel mondo nel quale viviamo tante sono le occasioni di tristezza che ci vengono descritte che, per essere felici bisogna sceglierlo. Possiamo attraversare questa esistenza in molti modi, possiamo decidere più o meno consapevolmente di fare esperienza di gioie e dolori, possiamo scegliere di essere felici, e possiamo farlo adesso.                                         
Certo, ogni lezione di vita portata da un dolore ci è utile per crescere e conoscerci ma non dobbiamo per forza passare attraverso ad ogni genere di sofferenza, ancora e ancora, torturarci e farci del male. Sì perché quel che ci fa del male vive dentro di noi, non fuori, è il nostro modo di guardare il mondo che ci ferisce, e i nostri occhi sono la finestra dalla quale osserviamo la vita, per questo è bene prendersene cura ponendo attenzione alle nostre emozioni. Il nostro inconscio è molto potente e suggestionabile, ma possiamo iniziare a fare un lavoro interiore che ci permetta di portare chiarezza e amore là dove c’è solo confusione..
Condivido quindi con te un altro incantesimo di gioia, per il quale vale la stessa regola di quelli precedenti: fai un respiro profondo e ripetilo ad alta voce appena ti svegli o prima di andare a dormire, va bene anche ripeterlo tre volte al giorno. Spetta a te sentire quale sia il momento giusto, scrivimi tra qualche giorno se vuoi, per raccontarmi la tua esperienza.
Grazie!
Buon Viaggio!

                                                                    

                                                             
                                          

                                                    Incantesimo della felicità

Attraverso questo respiro sento il soffio della vita.
Volo ritrovando le mie radici.

E come foglia nel vento mi abbandono alla brezza della gioia.


                   




                    A questo link puoi acquistare il libro con il 15% di sconto
                                                       

sabato 21 marzo 2015

Incantesimo per aprire il cuore

Ci sono momenti nei quali ci troviamo a fronteggiare situazioni inattese, difficoltà e sofferenze: qualcuno ci ferisce, crediamo di subire un’ingiustizia. La lista delle occasioni nelle quali siamo pronti a mettere la nostra felicità nelle mani del prossimo potrebbe essere infinita. L’educazione ci ha portati a credere di essere effetto e non causa della nostra esistenza, e visto che siamo pigri per natura, spesso non mettiamo neanche in discussione ciò che ci hanno insegnato.  Tutto questo ha uno scopo, anche un’educazione distorta, il suo fine è quello di spronarci a conoscere noi stessi, la nostra essenza magica, esprimere il nostro potenziale. 
La chiave di questa scoperta straordinaria è l’osservazione di sé, chi la pratica già da tempo sa che ogni persona è causa e non effetto di tutto ciò che vive, la vita non ci accade, la vita ci risponde. Ogni volta che qualcuno ci ferisce in realtà ci sta facendo un favore, sta mettendo a nudo le nostre paure, infilando un coltello nelle nostre piaghe, questo ci permette di riconoscerle e sanarle. 
Se ci prendiamo cura di noi nessuno potrà farci del male, non sarà necessario e potremo così vivere nella gioia dell’essere, in questo mondo magico e meraviglioso.

Come promesso nel precedente post, condivido con voi un’altra formula magica di gioia, che va ripetuta e rivolta nei confronti di chi ci ha aiutati a conoscerci meglio, ripetetela ogni sera con costanza e ne vedrete i benefici risultati molto presto. 
Ricordiamoci sempre che la magia è quella forza invisibile che ci guida e ci accompagna in ogni attimo, sta a noi aprire il nostro cuore e seguirla.
Aspetto i vostri messaggi di condivisione dell’esperienza che vivrete. Grazie!


Buon Viaggio!




                                               Incantesimo per aprire il cuore

Che voi siate benedetti,
grazie a voi posso liberami dal dolore,
grazie al vostro sacrificio posso liberarmi dalle paure,
grazie alla vostra costanza ho potuto varcare le soglie della percezione,
cavalcare onde di sabbia,
infrangermi contro gli scogli della verità.

Che voi siate benedetti,
 il vostro compito è terribile, tragico, pieno d’amore.

Che voi siate benedetti, per puntare senza sosta il vostro dito nella mia ferita sanguinante fino al momento in cui esausta non decido di guardarla, di viverla e sanarla.

Che voi siate benedetti, la gratitudine si specchia in quest’attimo eterno, soffia dai miei pori ad ogni angolo dell’universo.

 Che voi siate benedetti, da qui  ora e per sempre…com’è dolce lasciarsi trasportare da questo cielo d’amore, infine viva…infine vera.


Grazie




                                                                
                                    A questo link puoi acquistare il libro con 15% di sconto
                                                                 

lunedì 16 marzo 2015

Incantesimo per trovare l’amore

La vita segreta di ognuno di noi è tutto quell’insieme di sogni, di desideri, di sensazioni che non condividiamo con nessuno, neanche con il nostro migliore amico, tanto meno con quello che definiamo “il nostro amore”. C’è una vita segreta che ci accompagna, una vita fatta di parole non dette, di occasioni mancate, una vita segreta che crediamo essere solo nostra, dimentichi del fatto che viviamo nel mezzo di un bacino cosmico, di una rete neurale di informazioni che spazia per il cosmo di tutti i mondi conosciuti e sconosciuti.
Quel che crediamo essere il nostro più terribile segreto è di dominio pubblico ed è la più vera verità su noi stessi, è l’essenza più profonda della creazione della nostra realtà. La nostra vita segreta è la più sincera manifestazione della missione interiore che siamo chiamati a svolgere per il bene nostro e quello di coloro che ci circondano, vicini e lontani. Quando viviamo la nostra vita segreta non riusciamo a smettere di sorridere, tutto va esattamente come deve andare e noi, siamo assolutamente perfetti, diciamo le parole giuste, svolgiamo la professione che amiamo, respiriamo amore e siamo gioia. Il mio consiglio è di smettere di credere che questa vita segreta sia segreta e di manifestarci in tutta la nostra magnificenza, nella nostra verità, splendere nella semplicità dell’essenza, bagnarci nella nostra luce, avvolgere le nostre ombre con dolcezza, certi che non esiste altra vita oltre quella che sogniamo. Ciò di cui hai bisogno è la verità su te stesso, c’è solo un individuo sulla faccia del pianeta che può scoprirla e quella persona sei tu. Non esistono guru, non ci sono maestri, c’è solo questo respiro che può guidarti in te, dove nulla è segreto, dove tutto è realtà, dove il segreto è svelato, esiste solo una verità: la tua.

Credo che la ripetizione dell’intento e il gioco di mantenerlo nella nostra vibrazione sia la chiave di un divertimento senza fine, per questo motivo ho voluto condividere con te che leggi alcune formule magiche di gioia che se ripetute più volte al giorno possono metterti in contatto con i tuoi desideri più profondi e liberare la strada alla loro manifestazione.
Questa è la prima...buon viaggio!
  


Incantesimo per trovare l’amore

In questo momento, unico, irripetibile, scelgo di vibrare nell’amore.

In quest’attimo perfetto e meraviglioso, scelgo di essere amata, di sentirmi la divinità che sono.

Ora, proprio qui, a piedi nudi, scelgo di essere vera in tutto il mio essere.

Riconosco in me stessa tutto ciò di cui ho bisogno, trovo nel mio respiro l’essenza della creazione libera.

Volo nel mio essere, ascolto parole d’amore, abbraccio il mio cuore perfetto e splendido.

Sono la via in cui l’amore ritrova se stesso e gode si sé, mentre amo senza condizione tutto ciò che mi circonda.

Grazie.


                                                 
                                     Link per l'acquisto del libro:


           http://lnx.schoolfordreamers.com/quel-che-una-strega-sa/

sabato 7 marzo 2015

Il dono della Chiaroveggenza

Il dono della chiaroveggenza altro non è che la capacità di indagare nel profondo il proprio essere, e trovare la tele che il nostro inconscio sta tramando nelle infinite probabilità di questo universo.
La chiaroveggenza o il chiaro-vedere non è appannaggio di pochi eletti che subiscono questo dono, ma diritto e conquista di ogni essere libero che ha il coraggio di specchiarsi nei vari volti dell’esistenza.  Questo universo, così come l’abbiamo creato, offre infinite possibilità di gioco e scoperta, il chiaroveggente è qualcuno che è in grado di vedere in quale direzione vanno i nostri pensieri più profondi e quindi, è in grado di prevedere il futuro o leggere nel presente di chi gli sta di fronte. Chiaramente questa capacità è associata al tipo di vita che l’individuo ha scelto più o meno consapevolmente di condurre, nel caso in cui il consultante sia una persona che ha intrapreso un percorso di lavoro interiore, i futuri possibili variano considerevolmente ma in ogni caso è possibile sondare la scelta dell’anima. Quello che è importante sottolineare è che ogni persona che si libera da convinzioni e credenze limitanti è in grado di Vederci-Chiaro, vivendo in profonda comunione con la scelta animica, senza farsi troppe domande ma procedendo attimo dopo attimo verso l’unica cosa che conta: questo momento, ovunque e sempre.   
E’ bene ricordare che l’esistenza è sempre generosa con coloro che compiono la scelta di viverla pienamente, che ogni gesto d’amore genera amore e che la bellezza trova appagamento in se stessa.
Un cuore in armonia genera la coscienza di un presente continuo e meraviglioso.

Buon Viaggio!


                                              

                                          
                                       Link per l'acquisto del libro:

           http://lnx.schoolfordreamers.com/quel-che-una-strega-sa/

giovedì 5 marzo 2015

Per paura o per Amore?

Per paura o per Amore?

Spesso capita che qualche lettore mi chieda cosa fa la differenza tra una creazione magica e l’altra. Premesso che ogni manifestazione fenomenica è magica perché creata intenzionalmente o meno dall’individuo tramite il potere del pensiero, la differenza la fa la vibrazione del pensiero che accompagna la suddetta creazione. 
Se, per esempio, compio quel che mi pare un bel gesto  ma lo faccio perché ho paura della reazione di chi lo riceve, le manifestazioni che seguiranno saranno impregnate di questa vibrazione e le conseguenze, nel tempo, non saranno “positive”. Se al contrario compio quel che può apparire come un gesto forte, ma lo faccio mossa dalla vibrazione dell’amore, le conseguenza, nel tempo, avranno esito “positivo”.  E’ molto importante sottolineare che l’amore di cui si parla è quello che viene considerato tale nella forma più alta, libero da qualsiasi condizionamento, questo significa che se desideriamo creare una realtà alternativa che sia di gioia dobbiamo farlo mantenendo la nostra essenza focalizzata sulla vibrazione dell’amore, e la nostra mente libera di creare la situazione ideale in armonia con l’intelligenza infinita. 
Ogni pensiero accompagnato da una di queste due vibrazioni, paura e amore vedrà la sua manifestazione in quella che l’uomo ordinario definisce “realtà”. 
Una persona attenta, che ha fatto proprio lo strumento dell’autosservazione potrà rendersi ben presto conto che la maggioranza dei propri pensieri e di conseguenza delle proprie azioni è impregnata dell’energia della paura, è semplicemente per questo che spesso, anche
chi si impegna per cambiare la propria vita non ci riesce, perché non è attento alla qualità dei propri pensieri e all’energia che muove le sue azioni. Per questo motivo è sempre bene chiedersi perché facciamo quel che facciamo:
 “Compio questo gesto o dico queste parole, per amore o per paura?” Ed essere molto sinceri nel rispondersi. Ogni pensiero, parola e azione mossi dalla paura non possono creare in conformità al desiderio, sempre per questo motivo la maggior parte dell’umanità non riesce ad utilizzare la legge di attrazione coscientemente.
E’ importante ricordare che creiamo in qualsiasi momento, non esiste un attimo di pausa nell’esistenza, molte persone diranno che è impegnativo…ma la strada della magia non è mai stata accessibile alla massa e mai lo sarà, solo chi decide di aprire il cuore responsabilmente può intraprendere questa via e accedere alla visone del mondo perfetta e meravigliosa che comporta. Solo chi è pronto a prendere sulle proprie spalle la responsabilità di ogni attimo, può usare la Magia e vivere nella gioia, tutto ha un prezzo, e come ogni altra cosa nel mondo, va pagato in anticipo con quale moneta puoi deciderlo solo tu: coscienza o dolore?

Buon Viaggio!


                                                         
                                      Link per l'acquisto del libro:

           http://lnx.schoolfordreamers.com/quel-che-una-strega-sa/