Passa ai contenuti principali

Il segreto della felicità

Ci sono in giro molte buone ricette per la felicità, si parla spesso di fare quel che si ama, di condurre una vita sana, di passare il nostro tempo con le persone che ci fanno cantare il cuore, ma magari nell’attimo che stiamo vivendo ora qualcuno è arrabbiato e sta sfogando su di noi la sua rabbia repressa oppure abbiamo serie difficoltà a trovare i soldi per la bolletta della luce, che fare allora? E’ vero che mantenere un’attitudine positiva e prendersi cura di sé sono di norma le regole base per garantirsi un’esistenza all’insegna della gioia e della prosperità, basterebbe tenere fede a questi due precetti ma si sa, viviamo in un piano di realtà nel quale regna la dualità, scriveva Ramana Maharshi a sua madre: “Cara Madre, in questa vita vorresti profondamente che ti capitassero certe cose e queste cose non ti capiteranno. In questa vita vorresti che non ti capitassero altre cose ma queste cose capiteranno. La vera saggezza è mantenere lo stesso atteggiamento verso le une come verso le altre.” 


Se segui questo blog da tempo e hai praticato con costanza i vari incantesimi che ho condiviso in passato, ti sarai accorto del perché certe cose “capitino” e altre no, lì dove va la tua attenzione, ebbene quello è ciò che capiterà che si tratti di quel che desideri o del suo opposto. Devi sapere che in quanto esseri magici e divini noi abbiamo la capacità di dare vita, o per meglio dire, di sintonizzarci sulla frequenza della realtà che risponde alla nostra vibrazione interiore. Se hai paura di qualcosa e se questa paura diventa una costante nei tuoi pensieri puoi star certo che la tua paura si realizzerà, allo stesso modo se mantieni uno stato d’animo positivo e se i tuoi pensieri sono rivolti a tutto ciò che di bello puoi trovare, sei sicura che il mondo risponderà con altrettanta bellezza. Provare per credere! 
Come fare allora per uscire da stai emotivi negativi e sintonizzarsi sulla realtà desiderata? La mia proposta ti potrà apparire strana ma ti garantisco che se la sperimenterai e applicherai con costanza nella tua vita potresti assistere a veri e propri miracoli. Tutto quel che devi fare è: impazzire! Sì, hai capito bene, ti sto proponendo un metodo sicuro ed efficace per ribaltare completamente il tuo mondo. Devi sapere che quando accade un evento spiacevole noi siamo abituati a “reagire” di conseguenza, arrabbiandoci, diventando tristi e così via, questo fa sì che a quell’evento spiacevole spesso ne seguano altri più o meno spiacevoli perché il mondo è il nostro specchio e se noi esprimiamo dolore, riceveremo dolore in riflesso. Prova a pensare se invece di insultare qualcuno che ti ha fatto un dispetto tu lo benedicessi oppure se invece di passare il tempo a piangere per un tradimento ti mettessi a ridere e subito dopo organizzassi una festa con gli amici…sembreresti e ti sentiresti pazzo, giusto? Beh…magari lo sembreresti ma in realtà rispondendo ad un evento negativo con un’emozione positiva tu ti sintonizzi istantaneamente su quella linea della realtà che farà nascere da quell’evento una reazione a catena positiva, non ti chiedo di credermi sulla parola ma di sperimentare in prima persona.  Certo, non è sempre facile, ma è molto divertente e appena prenderai dimestichezza con questa nuova attitudine…avrai molto da raccontarmi!

Come sempre puoi scrivermi per raccontarmi come questa pratica ha reso speciali le tue giornate.

Buon Viaggio!


                                 A questo link puoi acquistare il mio libro

Post popolari in questo blog

Chi crede nella magia è destinato a incontrarla!

Tutti dicono di voler essere felici, tutti dicono che darebbero qualsiasi cosa per esserlo, pochi ci provano veramente, tutti quelli che ci hanno provato sinceramente ci sono riusciti. Esattamente, chi desidera VERAMENTE essere felice ci riesce, nonostante le maree della vita, nonostante le delusioni, i momenti tristi e difficili, nonostante tutto si può essere felici in questi tempi bui. Non si tratta di pensiero positivo o di auto-inganno ma di vero lavoro interiore, con l’intento di trovare l’armonia. L’armonia è la chiave della felicità. Pensate alla musica, se qualcosa stona, se non c’è armonia non si può nemmeno parlare di musica. Così siamo noi, come delle sinfonie, se vogliamo essere felici dobbiamo trovare il giusto ritmo, le giuste note e le giuste parole per sentirci bene nella nostra vita. La magia ha tante forme e colori ma quella che voglio trattare oggi, è la semplice magia del cuore, magia intesa come uso della volontà per raggiungere un obiettivo predefinito. Essendo …

La leggenda delle fate dell’acqua

Un’antica leggenda narra la storia di una bambina che conosceva il segreto per comunicare con le fate dell’acqua, attraverso questa conoscenza, la piccola riusciva a far sì che ogni suo desiderio si avverasse. La bambina si chiamava Iris e viveva in una piccola casa di campagna, in compagnia di sua nonna e di tre gatti. La piccola trascorreva i suoi giorni nei campi e ogni giorno si recava al fiume per lavare i propri panni insieme alla nonna e alle altre donne del villaggio. Un bel giorno d’estate la nonna chiese alla piccola Iris di andare al fiume da sola, la calda temperatura estiva era troppo alta per l’anziana signora, le causava capogiri e svenimenti e per la prima volta Iris, presa la cesta della biancheria sporca si avviò in direzione del fiume, accompagnata solamente dai tre gatti che la seguivano ovunque; quale fu la sua sorpresa nel vedere che quel giorno non c’era nessun’altra donna. “Che strano, amici miei” disse ai suoi gatti “oggi non c’è nessuno, per la prima volta son…

Le schiavitù di una moderna donna occidentale

Viviamo un'epoca strana, ricca di contraddizioni nella quale quel che ci raccontano si scontra spesso con ciò che viviamo. L’educazione alla femminilità è un argomento sul quale poche donne si fermano a riflettere. Se facciamo un passo indietro, ai ricordi della nostra infanzia molte di noi avranno memoria dei primi vestitini e delle prime bambole, dei fiocchetti rosa e dei grembiulini. Fin da piccole ci è stato insegnato che una signorina non fa questo né quello, che deve essere gentile, accomodante ed educata. Siamo state abituate ad un occhio di riguardo ma anche ad una maggiore severità rispetto ai nostri compagni maschi. Quell’atteggiamento aggressivo che veniva tollerato nei bambini durante la prima infanzia subiva una totale repressione nelle bambine, così come ogni accenno di femminilità quale il semplice desiderio di una bambola per un maschio non veniva visto di buon occhio, poteva essere il primo segnale di una scelta sessuale differente in età adulta.


Tutto questo ci è s…