Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Ottobre, 2013

"Erotismo e Spiritualità" di Claudio Marucchi

“La travolgente forza ispiratrice dell'amore è contemporaneamente in 
grado di elevare l'individuo o disperderlo nell'abisso della frammentazione. 
L'amore è alla base di ogni forma di illuminazione, come ogni forma di autodistruzione. 
Per questo si dice “folle d'amore” o “innamorato follemente”. Il vero amore esige un grado
di follia che lo avvicina all'esperienza mistica o magica. 
La via dell'amore è connaturata al desiderio di sé, ma si realizza nel desiderio della perdita 
di sé. Come stella polare interiore orienta il  soggetto a mettersi in cammino verso se 
stesso, per scoprire che ci si conquista abbandonandosi, ci si ritrova perdendosi, e così via,
di paradosso in paradosso.
Un simile desiderio è il punto di contatto tra l'amore per il partner (eros) e l'amore
universale (agape). Solo una visione monca può continuare a concepire questo distinguo
come una reale separazione. Non è un caso che in alcuni contesti antichi, gli amanti si
chiamino tra loro…

Esiste un solo tipo di fedeltà, quella verso noi stessi.

Ho dei principi, pochi ma saldi.
A volte, nella vita, creiamo situazioni che ci permettono di rafforzarli o metterli in dubbio. 
Un principio è qualcosa di forte dentro di te, regole base nella tua esistenza. 
Quando ci si sforza di andare contro il nostro più profondo sentire solitamente per soddisfare un capriccio o
una vanità momentanea; principio vacilla e la certezza di aver tradito noi stessi si fa strada. 
Il gioco si fa duro.
Benedici questi momenti, sono preziose occasioni che formano il carattere.
Esiste un solo tipo di fedeltà, quella verso noi stessi.

Ogni momento in cui il nostro cuore vacilla e la mente la fa da padrona ci sentiamo come funamboli con un 
piede ben saldo al filo e l'altro sospeso, ma abbiamo solo un attimo per

fare il passo successivo.
Come funamboli abbiamo un'asta tra le mani, ci aiuta a tenere

 l'equilibrio, quest'asta è la coscienza. 
Quando esitiamo anche solo per un attimo il filo ondeggia più forte e noi

siamo obbligati ad adattarci velo…

Non permettere mai a nulla di diventare la tua prigionia..

“ Fluisci quanto più ti è possibile, in modo selvaggio.
Non credere ai limiti, e non permettere a nessuno di confinarti, per nessun motivo.
Non permettere mai a nulla di diventare la tua prigionia. Continua a fluire, a muoverti, a scorrere;
più sei simile ad un fiume, più ti avvicinerai all'oceano.”
Osho Rajneesh
Buon Viaggio.

"Mi muovo come una foglia che, caduta dall'albero, sa che prima o poi dovrà toccare terra ma intanto vola.."

"Esco di casa verso le 18 con Emesh (il tamburo sciamano) ho qualche vaga idea di dove 

suonarlo, non tanto per me ma per la gente, per le persone che girano, girano,

girano...arrivo a San Pietro e mi trovo una marea di fedeli che ascoltano una qualche

celebrazione. La Piazza è gremita ed anche Via della Conciliazione è ben occupata. Mi

sembra quasi di essere ad un festival, ad un concerto, giro con il mio tamburo a tracolla

come uno che è capitato lì per sbaglio, poi esce Papa Francesco, mi giro verso i 

maxischermi, lo vedo. Decisamente stanco, dice qualche parola, capisco che è un incontro

per famiglie, incrocio francesi, tedeschi, Ucraini ecc...ecc.. Mi dirigo verso Castel 

Sant'Angelo, vedo dei novelli sposi che fanno foto ed una marea di extracomunitari con

mercanzia in terra, va bene accettare lo straniero ma dover fare la gincana per passare mi 

sembra esagerato. Faccio un giro intorno al Castelli respirando l'atmosfera. Emesh palpita

anche io, suonare in mezzo al caos, cir…

Fatevi un regalo ...

Con il cuore in mano, vi chiedo di farmi un grande regalo: non 
aspettatevi nulla da me, vi
prometto che farò lo stesso con voi.
L'aspettativa distrugge la bellezza del presente 
e avvelena la purezza dei sentimenti.
L'aspettativa ci trascina in lande desolate, 
è il gusto amaro dei sogni infranti, l'anticamera 
di ogni delusione.
Non aspettatevi nulla nei rapporti umani, 
così ogni nuova carezza sarà un dono prezioso.
Non aspettatevi nulla dal cielo, così ogni mattina 
che sia di sole o di pioggia vi ricorderete
di guardare in alto e ne scorgerete la bellezza.
Non aspettatevi nulla da voi stessi ma impegnatevi a rendere
i vostri sogni realtà
giorno per  giorno, vi stupirete di quanto in realtà siete bravi, 
di quanto in realtà siete unici.
L' aspettativa preme sul collo, ci rende ansiosi e critici,
impedendoci di vedere quanto di prezioso stiamo creando.

Non aspettatevi nulla, fatevi questo grande regalo
e vedrete la Magia, la vera Magia, quella
che porta il vento in ogni suo soffio.
Buon …

"I SETTE SPECCHI ESSENI" di Gregg Braden

Tratto dalla trascrizione della videoconferenza "Camminare tra i mondi"

Gli antichi Esseni forse identificarono meglio di chiunque  altro il ruolo dei rapporti umani, riuscendo a dividerli in 7categorie: 7 misteri corrispondenti ai vari tipi di rapporto che ciascun essere umano avrebbe esperimentato nel corso della sua vita di relazione. Gli Esseni li hanno definiti “specchi” e ci fanno ricordare che in ogni momento della nostra vita la nostra  realtà interiore ci viene rispecchiata dalle azioni, dalle scelte e dal linguaggio di coloro che ci circondano. IL 1° SPECCHIO ESSENO
Il primo specchio esseno, dei rapporti umani, è quello della nostra presenza  nel momento presente.
 Il mistero del Primo specchio è incentrato  su cosa noi inviamo nel momento presente, alle persone che ci stanno accanto.  
Quando ci troviamo circondati da individui e modelli di rapporto di comportamento in cui domina l’aspetto della rabbia o della paura, lo specchio funziona in  entrambi i sensi, potrebbe …

Silenzio...

Rubata alla vita nascosta dietro un filo d'erba certa che il sole non potesse raggiungermi la pelle bruciata cerca sollievo tra le acque di una sorgente nascosta la vita rapita la vita perduta la vita imposta e quella cercata la vita la mia null'altro conosco mi appartiene come un respiro tra venti che soffiano lontano e forte un ciclone d'amore ha stravolto i miei sogni un dolore imprevisto gli ha ridato vita ma i sogni si perdono in notti che finiscono e la realtà resta a tenermi compagnia nella letizia di un alba tinta di rosso.

L'amore è una forza non una debolezza..

"L'amore di cui stiamo parlando, al servizio dell'autorealizzazione, non può e non deve mai mettere in imbarazzo la libertà. Rinunciando alla libertà, l'amore perde se stesso. L'amore è una forza non una debolezza, non può concedere nulla alla dipendenza, alla paura, al possesso. Gelosia, esclusività, attaccamento, sono maschere delle proprie paure e debolezze, un modo meschino per tradire l'amore. Spacciando la gelosia e l'attaccamento per sintomi di quanto si voglia bene e "si tenga " all'altro e così via, si rinnega la natura dell'amore. Confondere la gelosia e la dipendenza con una dimostrazione d'affetto, significa scambiare la paura con l'amore. L paura dipende dalle debolezze mentre l'amore è una forza. Cedere la proprietà del corpo o pretendere quella del corpo altrui implica rinnegare la natura dell'amore. Trattare il partner come una proprietà esclusiva significa renderlo un oggetto; significa scambiare per amore…

Ottobre

Voli si intrecciano rimandano ancora una volta si negano. Ali planare su ogni terra. Rasentare il crespo mare. Specchiarti in un lago d'amore. Voli si innalzano lontani certo  non troppo. A lungo si attendono. Voci di foglie cantano in questo giorno d'ottobre rami piangono figlie ormai tinte di rosso come un sangue che lentamente riempie cadono morte in tappetti d'incanto e noi che volare non possiamo ne portiamo via una, due tra le pagine nell'illusione di conservare i mille colori di riportarle all'antico splendore foglie di gioia nel libro del cuore in questo giorno d'ottobre conservate dal calore sbriciolate dal tempo in frammenti d'amore la stagione alle porte sole e pioggia  vita e morte  semplicemente  planando ancora all'ombra del mio sorriso e la bellezza torna proprio là
dove credevo d'averla perduta.


Incontri con angeli in carne ed ossa..

Il prossimo incontro che sto per narrarvi è forse, in assoluto, il più magico e romantico della mia vita. In quel periodo vivevo a Nizza, in Francia , nella casa che era della famiglia di mio padre. Una mia cara amica ed io decidemmo di andarci per passare qualche mese in un posto di mare, trovare un lavoretto e dedicarci alla lettura ed al riposo. Non avevamo molti soldi con noi, trovare un lavoro si rivelò praticamente impossibile, così passavamo il tempo a leggere e tenevamo i pochi soldi che avevamo per mangiare: eravamo molto serene. Un giorno, uscendo di casa trovammo una piuma bianca per terra, sul momento non demmo molta importanza all'accaduto, una bella piuma bianca come tante che vengono perse dai mille uccelli che vivevano in città; forse un po' più bianca del solito; forse un po' più morbida ma dopo averla notata passammo oltre. Dal giorno seguente cominciammo a trovarne altre anche in casa ed iniziammo a fantasticare sull'origine di queste piume, la fant…

"L’amore si rivela come trascendenza, perché è tendere verso l’altro. L’altro è l’oltre."

"L'ideale poetico del romantico rasenta il linguaggio mistico e religioso, in cui il sentimento trabocca dal cuore, incontenibile, e si veste di parole cariche di sacralità. In questo senso l'amore è un mezzo che ha il proprio fine in un continuo miglioramento di sé. Il Sacro indossa l'Eros per muovere lo spirito verso la trascendenza. Il dicibile sull'amore è un incompiuto pienamente realizzato. Le infinite parole che analizzano o magnificano l'amore ne confermano l'inspiegabilità (...). Le parole intessute su ogni possibile forma d'amore sono orpelli, per coronare 
un'interiorità abissale che, con le parole o con l'arte, non viene soltanto celebrata ma più spesso celata (...).
L'amore si rivela come trascendenza, perché è tendere verso l'altro. L'altro è l'oltre. "

[tratto dal primo capitolo dell'ultimo libro di Claudio Marucchi: "EROTISMO E SPIRITUALITA'" ]


"

Penetra fino al cuore!

"Sette sono le chiavi della grande porta
Essendo otto in una ed una in otto
Per prima cosa, sia immobile il tuo corpo,
Avvolto nel sudario della volontà
Rigido come cadavere; così potrai abortire
I bimbi nevrotici che solleticano il pensiero,
Poi regola il tuo ritmo del respiro
Sia basso, agevole, regolare, lento
Così che l'esser tuo sia in sintonia
Con il Sonno del grande Mare Pacifico
Terzo: sia pura e calma la tua vita
Ondeggi dolcemente come una palma in assenza di vento
Quarto: la volontà di vivere sia legata
All'unico grande amore del profondo
Quinto: lascia che il tuo pensiero, divinamente libero dai  sensi, osservi la sua entità
Sorveglia ogni pensiero che scaturisce: accresci
ora per ora la tua vigilanza!
Intensa e acuta, volta all'interno, non si lasci
Sfuggire un solo atomo d'analisi!
Sesto: su di un solo pensiero ben fissato
Arresta ogni bisbiglio del vento!
Coma una fiamma eretta e immota,
Brucia l'esser tuo in una parola!
Acquieta poi quell'e…

I valori della vita: l'infelicità si paga a caro prezzo, la gioia è gratis.

Sto leggendo un articolo, si chiama: “I valori della vita”. Secondo l'autore i valori della vita sono: rispetto, amore, libertà, fede, famiglia, amicizia, onore e coraggio. Controllo l'etimologia della parola “valore”. Dal latino valòrem derivato da valére: essere forte,gagliardo,avere merito pregio, virtù dell'animo che fa l'uomo eccellente in ogni cosa che egli imprende 2)merito, prezzo di ogni cosa. La stessa parola indica una virtù o un costo. E' uno strano abbinamento. Vuol forse dire che essere virtuosi ha un prezzo? O che essere virtuosi ci porta un regalo? Non credo che: rispetto, amore, libertà, fede,famiglia, amicizia, onore e coraggio siano dei valori, non trovo che siano delle virtù, dovrebbero essere la normalità. Le linee guida di ogni essere. Dall'articolo deduco che non è così, altrimenti non avrebbe alcun senso scrivere una cosa del genere. Quelle che l'autore definisce virtù stanno alla base di qualsiasi vita felice, perché essere felic…

Il lavaggio del cervello!

Un lavaggio del cervello, non sarebbe assolutamente un male il lavaggio del cervello. Un lavaggio del cervello vero però, un lavaggio che tolga ogni pensiero, un lavaggio che liberi la mente da qualsiasi meccanismo che non riusciamo a controllare. Ci vorrebbero le lavanderie del cervello, si va in lavanderia, si dà il proprio cervello e si aspetta che ce lo restituiscano bello pulito, stirato, come nuovo! E voi direte: “Ma se diamo il cervello poi come facciamo a vivere? Se lo mettiamo in lavatrice cadremo sul pavimento! ” Errore! Ora vi spiego come si fa: ci si siede in una posizione comoda, si inizia ascoltando e seguendo il proprio respiro, ad ogni nuova inspirazione equivale un giro di lavatrice, piano piano dovete osservare le macchie che si presenteranno (tutti i vostri pensieri belli o brutti che siano). Osservate le macchie, non giudicatele, non vi mettete a pensare come e dove avete sporcato la tovaglia. Guardatele e basta, senza far nulla, rimanete seduti, in silenzio e n…

Felicità..

"Ho vissuto molto, e ora credo di aver trovato cosa occorra per essere felici: una vita tranquilla, appartata, in campagna. Con la possibilità di essere utile alle persone che si lasciano aiutare, e che non sono abituate a ricevere. E un lavoro che si spera possa essere di qualche utilità; e poi riposo, natura, libri, musica, amore per il prossimo. Questa è la mia idea di felicità" diceva Tolstoj..beh, che dire? E' anche la mia..


Il primo passo per la vita eterna è che devi morire

Il primo passo per la vita eterna è che devi morire. Basta con le cazzate, puoi meditare in cromoterapia mille anni, puoi conoscere i più antichi segreti di qualsiasi ordine esoterico, puoi saper piegare una forchetta con la mente ma se non muori, la vita eterna te la scordi. Non è facile morire sai? Molti pensano che qualcuno sia morto, ma non è vero, quasi mai nessuno muore. Si va avanti vita dopo vita, vivendo, vivendo e vivendo ancora! Crediamo di morire, ci illudiamo che morendo cambierà qualcosa. Non è così. Dovunque tu sarai, in qualsiasi posto, in qualunque epoca sarai sempre e comunque in compagnia di te stesso. Non ti liberi di te tanto facilmente, sai? Se ti illudi che basti buttarti giù da un palazzo ti sbagli di grosso. Non puoi morire da morto, puoi solo morire da vivo. Sei pronto a morire da vivo? In tutta onestà: sei pronto a uccidere te stesso? A smetterla di essere in due? Sì, perché forse non ci hai fatto caso, ma adesso siete in due! Ci sei tu che leggi e tu ch…