Passa ai contenuti principali

Post

Spezza le tue catene!

Ogni giorno, dal momento in cui nasciamo, noi creiamo delle maglie che formano negli anni delle lunghe catene, sempre più pesanti, che ci impediscono di vivere che la vita che vogliamo, che ci allontanano dai noi stessi e da tutto ciò che amiamo. Ogni maglia della catena è un impegno che abbiamo preso con qualcosa o qualcuno, molto spesso nel momento in cui abbiamo dichiarato il nostro accordo e creato una nuova maglia per la nostra catena l’abbiamo fatto coscientemente, in quel momento ci sembrava la scelta giusta e probabilmente lo era, e allora perché pesa così tanto?

La risposta è molto semplice: perché dimentichiamo.Dimentichiamo il perché, e soprattutto dimentichiamo di guardare indietro per sciogliere i nodi che non ci appartengono più, di pulire, di lasciar spazio al nuovo. Nella nostre catene ci sono maglie create dall’amore, maglie create dalla paura, maglie create dal risentimento etc. Le maglie dell’amore sono leggere ma quelle della paura sono pesanti e tenendole vicine sp…
Post recenti

Cosa insegni agli altri?

Credo che la radice della maggioranza dei problemi psicologici della nostra epoca sia solo una: il distacco dalla nostra Madre Natura. Penso, ad esempio a tanti libri della spiritualità contemporanea che parlano di gratitudine o di abbondanza. Chi vive in campagna o comunque ha idea di come funzioni il processo naturale della vita in Italia, sa che ci sono verdure e frutta per ogni stagione, che molte di esse possono essere colte liberamente, e ce ne sono in abbondanza. Chi conosce le piante non morirà mai di fame.

Questa conoscenza dovrebbe essere portata nelle scuole, è più importante sapere di cosa puoi nutrirti o quante battaglie ha fatto Napoleone? Chi cresce in città crede che l'unico modo per mangiare sia avere i soldi per farlo, questo non è vero e specialmente immette nella coscienza l'informazione che la propria sopravvivenza sia legata al denaro e quindi ai modi che ci sono per procurarselo. Le persone vivono nel terrore di perdere tutto credendo che il pianeta non s…

La Magia del cuore non è per tuti

La Magia del cuore non è per tutti, forse questa frase può apparire scontata o ingiusta, ma la verità è che la Magia del cuore non è per tutti. Solo chi è disposto ad aprirsi, a guadarsi dentro, a osservare il mondo con occhi sempre nuovi può accedere alla comprensione di questo tipo di magia. E’ una magia sottile, sempre attiva, che si manifesta in varie forme e può essere accolta e conosciuta solo da chi accetta di spostare il proprio punto di percezione dalla testa al cuore. 

Noi crediamo che tutto avvenga grazie alla nostra energia psichica conscia e inconscia, questo è vero per chi percepisce il mondo e gli eventi solo attraverso l’interpretazione mentale ma manca un pezzo. L’interpretazione mentale è frutto di molti elementi: le percezioni dei nostri organi sensoriali, tutto l’insieme di informazioni e condizionamenti che abbiamo registrato fin dalla nascita, l’influenza delle menti altrui etc.
Vero è che in molti casi: i nostri pensieri sono il nostro destino ma c’è anche un’altr…

Incontrare la Dea e seminare bellezza

La figura della Dea Madre Natura, diversamente da quella del Dio Padre nei cieli, è qualcosa di reale, tangibile e fisico. E’ la stessa sostanza della quale sono fatti i nostri corpi, possiamo assistere ai miracoli di questa Dea ogni giorno: il sorgere del sole, lo sbocciare di un fiore, la bellezza del mare etc. sono tutte manifestazione di questa Dea potente e che tutti riconosciamo come meravigliosa, chi di fronte a un paesaggio naturale non resta sconvolto e coinvolto fin quasi alle lacrime? 

Il vedere la Dea nella nostra vita di ogni giorno, ci porta anche ad averne maggior rispetto e a vivere la divinità nella nostra quotidianità. Il Dio padre che vive nei cieli, non il sole, ma proprio l’entità alla quale molti esseri umani dicono di credere o di sentire, è distante, lontano, invisibile, certo alcuni lo sperimentano nel proprio cuore, ma in quel caso è un qualcosa di diverso, intimo, personale. Credo che i disastri ambientali ai quali stiamo assistendo traggano la loro origine p…